Acqua torbida in piscina: prevenzione ed eliminazione

Acqua torbida in piscinaLa cura e l’igiene di cui una piscina ha bisogno è veramente tanta, ma con piccoli accorgimenti riuscirai ad evitare che si accumuli sporcizia. Avere una buona manutenzione della piscina è fondamentale per garantire l’acqua pulita e trasparente e buone condizioni igieniche.

La manutenzione della piscina è direttamente proporzionale alla grandezza di questa. Non sono solo le piscine interrate che hanno bisogno di manutenzione come si potrebbe pensare erroneamente, ma anche le piscine fuori terra possono avere un colore di acqua torbido.

Ma perché l’acqua diventa torbida? I bagnanti entrando in piscina immettono nell’acqua sudore, e residui della crema solare, i raggi UV del sole fanno una reazione chimica con il cloro innescando l’evaporazione di quest’ultimo, detriti organici cadono in piscina come foglie e fiori, e le alghe sono solite depositarsi lungo i lati.

Come vedi, la piscina è attaccata su tutti i fronti, ma ci sono dei metodi che ti verranno in aiuto per combattere l’acqua della piscina torbida.

Acqua torbida in piscina: Quale acquistare ?

Come eliminare l’acqua torbida

Se ormai il danno è fatto e la tua piscina ha già l’acqua di colore verdastro, non ti basterà con cambiare l’acqua. I detriti si saranno depositati sulle pareti e sul fondo e bisognerà rimuoverli.

Dopo aver svuotato la piscina, armati di spazzola aspiratore e tanta pazienza. Poi inizia a strofinare lungo le superfici laterali e sul fondo per rimuovere tutte le alghe e i detriti. È un lavoro lungo, ma bisogna farlo.

Dopo di che aspira manualmente tutti i detriti che sei riuscito a togliere e fai scorrere acqua corrente lungo tutta la piscina, come sciacquata finale.

Una volta che la piscina è finalmente di nuovo pulita, riempila di nuovo e segui i passi dei prossimi paragrafi per evitare che l’acqua diventi torbida di nuovo.

Prevenire chimicamente l’acqua torbida

Utilizza il cloro per mantenere la piscina pulita e l’acqua trasparente. Se hai appena riempito la tua piscina e sei pronto per inaugurare la stagione estiva fai un primo trattamento shock, per eliminare tutti i residui rimasti dalla pulizia precedente.

La quantità da versare sono 5/10 grammi per metro cubo, ma il libretto delle istruzioni della tua piscina potrebbe fornirti un altro tipo di indicazioni. Tu leggilo prima di procedere.

Questo trattamento shock deve poi ripetersi ogni 15 giorni circa, per mantenere la pulizia generale. Il cloro infatti non è altro che un battericida, che si occupa di uccidere i batteri in forma chimica e mantenere regolato il PH.

Idealmente la tua piscina dovrà avere un PH compreso fra 7 e 7.6 per non essere pericolosa per i bagnanti e per uccidere efficacemente i batteri.

Prevenire fisicamente l’acqua torbida

La filtrazione sta alla base della corretta pulizia della piscina. Potremmo paragonare la pompa filtrante al cuore negli esseri umani, che riceve sangue “sporco” e ne restituisce di pulito. La stessa cosa accade per la pompa a sabbia o a filtro.

Arriva l’acqua della piscina alla pompa e questa si occupa di sanificarla e rimetterla in circolo per la piscina, e così successivamente.

Ogni piscina avrà bisogno di tempi diversi a seconda della quantità d’acqua, ma in linea generale 5 ore al giorno per le piscine medio grandi fuori terra sono sufficienti.

Controlla sempre che il filtro sia pulito e sostituisci le cartucce se e quando è necessario.

Avvaliti dell’aiuto del robottino

Il robottino è una forma facile e automatica per mantenere la piscina sempre pulita. Basterà farlo funzionare mentre tu ti rilassi e non ti preoccupi di niente, mentre lui lavora e pulisce.

Ci sono diversi tipi di robottini, quello idraulico o quello elettrico. Tu scegli quello che fa al caso tuo a seconda delle tue esigenze.

I robot hanno la funzione di spazzolare e aspirare, togliendoti il disturbo di doverlo fare tu manualmente.

Conclusione

Come vedi i prodotti a disposizione per evitare che l’acqua diventi torbida o che si formino le alghe sono tantissimi e semplici da usare. La manutenzione della piscina non è molto costosa in sé, ma deve essere regolare.

Oltre ai passaggi dei paragrafi in precedenza, sarebbe utile utilizzare un retino tutti i giorni per eliminare i residui solidi troppo grandi, come lo sono per esempio le foglie che possono cadere nell’acqua e rimanere a galla, o insetti come api, mosche e moscerini che spesso rimangono intrappolati nell’acqua.

Come ultimo consiglio è bene ricoprire sempre la piscina con un telo protettivo quando non viene utilizzata. Questo impedirà che si depositino sporcizie trasportate dal vento nei momenti in cui la piscina non viene utilizzata.

Speriamo di esserti stati d’aiuto per risolvere il problema dell’acqua piscina torbida e per imparare a prevenirla. Non dimenticarti di leggere sempre le istruzioni del modello della tua piscina per essere sicuro di utilizzare dosi e prodotti adatti al tuo tipo di piscina.